martedì 21 dicembre 2010

Venerdì 17 dicembre 2010


E' proprio venerdì 17!!!! Stasera siamo di scena alla Chiesa di S.Ulderico ad Orsaria su invito del Comune di Premariacco.
Mancano 8 giorni al Natale e così il Signore pensa bene di mandarci un segnale....una nevicata unica e copiosa come non se ne vedevano da anni! E noi, coristi stoici ed innamorati del nostro coro iniziamo la nostra avventura come i migliori “eroi sul ghiaccio”. Armati di santa pazienza e recitando ininterrottamente preghiere e rosari partiamo dai posti più disparati del Friuli.
Solo che i più lontani hanno delle difficoltà elevatissime...Giona abbandona l'obiettivo causa imbottigliamento in neve e traffico da incidente; le sisters per riuscire a fare 30 km impiegano più di due ore e, dopo essersi cambiate in velocità in macchina, arrivano a concerto già iniziato e vengono incitate dagli altri a salire di corsa sul palco. La chiesa di S.Ulderico è già bella di suo ma la neve la rende ancora più suggestiva....ma rende anche più difficoltoso l'arrivo al sagrato visto gli innumerevoli scalini da salire innevati e ghiacciati! Ma ormai ci siamo e non saranno queste quisquilie a farci desistere dall'obiettivo...anche se ci inzuppiamo i piedi e battiamo i denti dal freddo! All'appello, però, manca ancora un corista: Roberto. Arriva pure lui a concerto inoltrato...sale sul palco e, neanche il tempo di respirare, tocca a lui fare il solista! In chiesa si sente l'aria gelida e pungente ed al maestro si congelano le mani. In realtà si taglia pure un dito suonando e, tra smorfie di dolore ridicolissime, cerca di arrivare alla fine del brano fasciandosi il ditone martoriato con un fazzoletto. Assente il nostro tuttofare elettronico (Giona) dobbiamo arrangiarci anche con le basi...quando è la volta dell' “Happy day” ovviamente parte la base vecchia che è velocissima e, di conseguenza, la coreografia sembra tratta da uno dei video di Jane Fonda! Tra incredibili evoluzioni danzanti e piedi sempre più ghiacciati il concerto giunge al termine.Ringraziamo di cuore i temerari che, nonostante le condizioni climatiche ingrate ed avverse, sono comunque venuti ad ascoltarci e con i loro applausi hanno scaldato i nostri cuori!

5 commenti:

alessia ha detto...

altro che donna avventura!!!! io e la mia sister abbiamo sfidato le intemperie per questo coro!!!!!! e viene giù dal ciel.......

arianna ha detto...

Santo cielo che serata! E' successo veramente di tutto...e devo ammettere che non ero proprio nel migliore spirito natalizio dopo due ore di macchina sotto la bufera e dopo aver tuffato i miei piedini con scarpette da coro nei 30cm di neve davanti alla Chiesa facendomi guadagnare così piedi congelati e bagnati per tutto il concerto...però che ridere! Il panico di Gigi nella coreografia lampo di Happy day non ha prezzo...uauhuauhauhahuauhahu!

fabiana ha detto...

possiamo dire pochi ma buoni!anzi visto il tempo non pensavo che sarebbero venute più di 10 persone quindi come non ringraziare davvero di cuore tutti coloro che nonostante nevicasse come non succedeva da diversi anni sono venuti ad ascoltarci!
E grazie anche alla protezione civile che ha pulito la lunga scalinata che porta alla chiesa e buttato il sale preservando così il mio sedere da sicuri lividi!!!!

Pres ha detto...

Mai più un concerto ad Orsaria di venerdì 17! Tutti gli altri giorni sono disponibili :-) Il momento più bello è quando ho interrotto a metà la base di happy day tirando il cavo del lettore cd (eh, l'i-pod ce l'aveva Giona...) e il Maestro che con nonchalance proseguiva il pezzo senza che nessuno si accorgesse di nulla! Mittttttttttttico!

Gabriele ha detto...

uhahahaha fantastico Fabio che con una nonchalance pazzesca, con una mossa suadente stacca il cavo del lettore cd che suonava una base giusto quei 30 battiti più veloce di quella abituale...da farsela sotto dal ridere!!(e non farsela sotto come le due bionde che avevo al ritorno sulla mia golfina opportunamente bardata con le gomme più estive in commercio che ad ogni stop faceva effetto snowboard scheggiato!!!)