venerdì 10 ottobre 2008

My life is in your hands

Visto che stiamo montando "My life is in your hands" di Kirk Franklin vi do qualche piccola informazione sulla canzone e sull' artista.
Kirk Franklin nasce il 26 gennaio 1970 a Fort Worth, Texas. Abbandonato dalla madre all'età di tre anni e senza mai aver conosciuto suo padre, viene cresciuto dalla zia, Gertrude Franklin, donna profondamente religiosa che crebbe Franklin nell'osservanza dello stile di vita dei cristiani evangelici Battisti. Kirk sviluppò precocemente il suo talento per la musica, tanto a quattro anni già suonava il pianoforte e ad undici divenne direttore musicale del Mt.Rose Baptist Church adult Choir, vicino Dallas. Nel periodo della sua adolescenza Franklin si allontanò dalla cerchia di persone della sua chiesa. Ma episodi personali che ne minarono l'anima (l'espulsione dalla scuola, la gravidanza della sua ragazza, la morte di un caro amico a soli 15 anni) contribuirono al suo ritorno in chiesa. Dopo aver diretto il DFW Mass Choir durante i Gospel Music Workshop of America del 1990, mise in piedi "The Family", un coro formato da diciassette voci, e nel 1992 iniziò la sua carriera discografica. Dal 1996 è sposato con Tammy Wynetteed dalla quale ha avuto tre figli. Franklin ha integrato il genere gospel con lo stile Hip Hop ed R&B riscuotendo un notevole successo. Franklin ha collaborato con alcuni dei maggiori artisti contemporanei della musica gospel, come ad esempio Tonex, Donnie McClurkin, Richard Smallwood, Crystal Lewis, la pastoressa Shirley Caesar, Jaci Valesquez, e Willie Neal Johnson. Ha anche collaborato con alcuni artisti in contesti esterni alla musica cristiana, come Bono, Mary J. Blige e R Kelly, inoltre, nel 1996 la sua "My life is in Your hand" è stata inserita nella colonna sonora del film Let's get on the Bus del regista Spike Lee.
Pare che la genesi di questa canzone sia da ricondursi ad un episodio negativo capitato a Kirk Franklin durante un suo concerto. Nel 1996 dopo aver introdotto lo spettacolo e salutato il pubblico, Kirk cadde da un altezza di circa 3 metri nella buca dell'orchestra del palcoscenico del North Hall Auditorium di Memphis. Rimase in coma per qualche giorno a causa di un brutto trauma cranico a cui seguirono forti mal di testa, scompensi cardici, leggere paralisi e difficoltà di linguaggio. Quello che sembrava un recupero difficile, se non impossibile, si risolse miracolosamente in un mese. Ciò che questo episodio lasciò al cantante, oltre ad una citazione per danni all'organizzatore del concerto per 2,25 milioni di dollari, è la certezza e la coscienza che la nostra vita è proprio nelle mani di Dio.

La mia vita è nelle tue mani

Non ti devi preoccupare
e non devi avere paura
la gioia arriva al mattino
i problemi non durano per sempre
perchè c'è un amico in Gesù
che ti asciugherà le lacrime
e se il tuo cuore è spezzato
alza le tue mani e di

Io so che ce la posso fare
Io so che posso tener duro
non importa quello che succederà lungo la mia strada
la mia vita è nelle tue mani

Con Gesù ce la posso fare
Con lui so che resisterò
non importa quello che succederà lungo la mia strada
la mia vita è nelle tue mani

Quando tutte le prove e le avversità
sembra che ti buttino giù
e tutti i tuoi amici e coloro che ami
non sono al tuo fianco
ricorda che hai un amico in Gesù
che ti asciugherà le lacrime
e se il tuo cuore è spezzato
alza le tue mani e di

Io so che ce la posso fare
Io so che posso tener duro
non importa quello che succederà lungo la mia strada
la mia vita è nelle tue mani

Con Gesù ce la posso fare
Con lui so che resisterò
non importa quello che succederà lungo la mia strada
la mia vita è nelle tue mani

2 commenti:

alessia ha detto...

questa canzone è bellissima e il testo è davvero eccezionale! brava Monica per iserire sempre post così interessanti!

wiennibum ha detto...

Bisogna dire che oltre ad essere un gran bel vedere scrive delle canzoni proprio belle e conoscendo ora il motivo per cui l'ha scritta e soprattutto il suo significato so che la canteremo con più cuore!
Brava monica per tutto quello che riesci sempre a scovare